Diari dal covid.

Dal sedicesimo giorno di clausura, senza intravederne la fine. Ringrazio tutti coloro che si sono interessati alla mia condizione, talvolta con sincera preoccupazione, talaltra per mera curiosità o semplice bisogno di sentirsi protagonisti in un momento di improbabile altruismo.  Detto ciò, sto bene e nonostante la “a dir poco” innaturale affezione che il sonno nutre […]